Suite Design Studio si occupa di Web Design, Grafica, Fotografia e Social Media Marketing, sviluppando soluzioni progettuali per aziende, privati ed eventi. Curiosità, ironia, ricerca e sperimentazione sono le caratteristiche di ogni progetto intrapreso dallo Studio.

Suite Member Login

© 2017 Suite Design Studio

Welcome to Suite Design Studio

Tel. (+39) 06 9421724 | Email. info@suitedesignstudio.com

fare pubblicità su google

Come fare pubblicità su Google nel 2019

Grazie al web oggi è possibile fare pubblicità alla propria azienda in modo piuttosto semplice.
Esistono vari canali digitali utili allo scopo, tra social, blog, inserzioni e molto altro, ma fare pubblicità su Google rimane sempre una buona scelta dal momento che è il motore di ricerca più usato al mondo e il primo strumento che usano gli utenti per cercare prodotti o servizi.

Per sfruttare questa opportunità dobbiamo capire come funziona l’advertising online e come funziona Google Ads, la piattaforma che ci permette di fare pubblicità sul motore di ricerca.
Prima di pensare alle campagne sponsorizzate però, diamo un’occhiata al nostro sito e cerchiamo di migliorare il posizionamento in maniera organica.

 

Come funziona Google Ads?

Google Ads funziona grazie a un’asta che parte ogni volta che un utente effettua una ricerca. Se la ricerca include le parole chiave che abbiamo scelto per il nostro annuncio, questo competerà con altri annunci basati sulle stesse keyword. L’asta tiene conto di vari fattori tra cui la qualità dell’annuncio e la pertinenza delle campagne. Questo significa che dobbiamo creare annunci scritti correttamente e che siano coerenti con i contenuti del nostro sito. Vincerà l’asta quell’annuncio che, a parità di budget con gli altri, otterrà un punteggio qualità/pertinenza migliore e verrà visualizzato nella parte alta della pagina dei risultati di ricerca, oppure in basso sopra le ricerche correlate.

 

La nostra prima campagna Google Ads

Come prima cosa attiviamo un account Google Ads, colleghiamo il profilo al sito della nostra attività e cominciamo a impostare la nostra prima campagna pubblicitaria. La procedura di iscrizione è guidata e completamente gratuita, gli unici costi del servizio saranno relativi ai budget che decideremo per le diverse campagne. Vediamo quindi 5 consigli per fare pubblicità su Google.

 

1 Strategia

Per prima cosa definiamo gli obiettivi di marketing: acquisire contatti, aumentare le vendite, far conoscere il prodotto o il brand. Ogni campagna deve essere dedicata ad un solo obiettivo se vogliamo che sia efficace. Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è il budget che vogliamo destinare per ogni campagna in modo da non avere superare i limiti di spesa. Inizialmente è meglio impostare un budget secondo il tasso di conversione stimato per poi correggere il tiro quando si avranno dati a sufficienza.

 

2 Ricerca

E’ fondamentale capire l’intento di ricerca dei nostri utenti, ovvero quali sono le keyword che i nostri potenziali clienti cercano per trovare prodotti e servizi di loro interesse. Una prima ricerca può essere svolta semplicemente con i motori di ricerca, provando varie combinazioni di parole chiave per vedere se sono usate dai competitor. Programmi appositi possono aiutarci consentendo uno studio più approfondito della concorrenza. Studiando le parole chiave e i tipi di ricerca possiamo anche capire a quali tipi di utenti ci rivolgiamo e il modo in cui comunicano. In questo possiamo trovare un aiuto valido osservando come gli utenti interagiscono con i canali social dei nostri competitor.

 

3 Creatività

Nella creazione del nostro annuncio dobbiamo essere accattivanti e convincenti, con testi brevi e concisi ma che siano completi e che catturino subito l’attenzione. Un titolo efficace e una call to action evidente (iscriviti, acquista, prenota) possono fare la differenza. Se l’annuncio è collegato ad una landing page valgono le stesse regole. La landing page deve essere informativa, accattivante e convincente: l’utente deve poter trovare tutte le informazioni utili in questa pagina e deve essere guidato a finalizzare senza distrazioni che gli facciano abbandonare la pagina.

 

4 Misurazione

Per capire se le nostre campagne stanno funzionando è indispensabile impostare il monitoraggio delle conversioni, così da avere cifre precise riguardo a iscrizioni, acquisti o a qualsiasi altro obiettivo di marketing deciso. Collegando l’account di Google Analytics possiamo anche studiare il comportamento degli utenti sulle nostre landing page o sul sito in generale così da individuare criticità da dover risolvere.

 

5 Ottimizzazione

Con i dati raccolti periodicamente possiamo andare a migliorare le nostre campagne e i nostri annunci, sia sul lato creativo che su quello tecnico e di budget. Quello dell’ottimizzazione è un lavoro costante che dura per tutta la durata delle campagne.
Considera inoltre di creare un elenco per il remarketing così da recuperare quegli utenti che abbandonano il sito senza aver finalizzato. Una campagna di remarketing può aumentare notevolmente il tasso di conversione e il ritorno sull’investimento, perché molto efficace con gli utenti che già conoscono il brand.

 

IN CONCLUSIONE

Google Ads è uno strumento relativamente semplice e molto efficace per fare pubblicità su Google. Può essere utilizzato per acquisire clienti, nuovi contatti o per la vendita diretta, permettendo alle aziende di impostare facilmente obiettivi di marketing e di misurarne i risultati.

Vuoi fare pubblicità su Google per la tua azienda?

Clicca sul pulsante e richiedi una consulenza gratuita!

CONSULENZA GRATUITA
Share